Leonardo Bistolfi

Leonardo Bistolfi

Leonardo Bistolfi

(Casale Monferrato, 1859 - La Loggia, 1933)

Allegoria della Vittoria

Bella e suggestiva scultura in bronzo, forte patina scura tipica del noto artista scultore piemontese, opera firmata e datata (1906); misura circa cm.60x22x24,5;

eseguita nel 1906, reca il timbro della fonderia Fumagalli / Torino; simile all''esemplare conservato al museo di Revoltella di Trieste, dedicato a A. Hortis; venne  pubblicata e illustrata nel catalogo della mostra tenutasi a Casale Monferrato nel 1984, "Bistolfi 1859 - 1933,  il percorso di uno scultore simbolista": la scheda del catalogo riporta che nel 1906, in occasione del venticinquesimo anniversario del giornale "Il Piccolo" di Trieste, il suo direttore Teodoro Mayer commissiono' a Bistolfi una scultura in bronzo da donare ai suoi amici sostenitori e agli uomini politici più rappresentativi del partito nazionale;  la scultura raffigura un giovane ignudo, simboleggiante il Piccolo, con una donna alle sue spalle che si inchina per sussurrargli qualcosa nell'orecchio: il significato irredentista del gruppo fu immediatamente capito da tutti: la donna rappresenta l'Italia, la bandiera e' il Tricolore e il suggerimento che l'Italia sussurra nell'orecchio del giovane e' un incitamento a riconquistare le terre irredente; la composizione del gruppo, con una figura che s'innalza e s'inchina sopra l'altra, verrà  in seguito ulteriormente sviluppata dal Bistolfi in alcune sue sculture monumentali,  e diventerà  la soluzione compositiva dei suoi piccoli monumenti ai caduti; la presente scultura e' dedicata al noto antropologo e criminologo Alfredo Niceforo (iscritto sul bordo della base "Ad Alfredo Niceforo / nel xxv° Anniversario del "Piccolo" / Teodoro Mayer". (cfr. Sotheby's, 2006) (Coll. priv.)
Fai un'offerta